Categorie
Archivio news
Cookie Policy
Consulta la nostra COOKIE POLICY

Storia

STORIA DEL LINFODRENAGGIO MANUALE

La tecnica di massaggio chiamata linfodrenaggio manuale, così come la conosciamo oggi, fu ideata intorno al 1930 dai coniugi Emil e Astrid Vodder.
In quel periodo il sistema linfatico era per certi versi ancora poco conosciuto a causa delle difficoltà d’indagine scientifica dovute alla mancanza di mezzi come il microscopio elettronico e quello a scansione.
Emil Vodder che, pur avendo compiuto studi in biologia, non era medico bensì laureato in filosofia, lavorava insieme alla moglie come fisioterapista a Cannes. Buona parte dei suoi pazienti proveniva dai paesi del nord Europa, come l’umida Inghilterra, è soffriva spesso di infezioni croniche alle vie respiratorie superiori, come tonsilliti, sinusiti, faringiti, riniti, ecc.
Vodder notò come tutti queste persone presentassero dei linfonodi del collo gonfi e duri. Fu così che, in maniera del tutto intuitiva, andò contro l’indicazione medica del tempo che raccomandava di non toccare questi linfonodi, iniziando a massaggiarli dolcemente.

Ben presto osservò come questa pratica apportava notevoli miglioramenti di salute nei pazienti e questo lo spinse ad approfondire la questione.

Nel 1936 il Linfodrenaggio manuale fu presentato per la prima volta al pubblico in occasione di un congresso sulla bellezza chiamato “Santè e beautè”.
Il metodo fu accolto fin da subito con grande entusiasmo in campo estetico, mentre fu osteggiato in medicina in quanto Vodder non apparteneva alla classe medica, inoltre  egli riteneva erroneamente che la linfa avesse un ruolo nutritivo e rigenerante dei tessuti.

Fu solo dopo diversi anni che alcuni ricercatori, come Foldi in Germania e la dottoressa Casley-Smith in Australia, incominciarono ad approfondire l’argomento in maniera scientifica, dando così il via all’affermazione del linfodrenaggio manuale anche in ambito curativo quale mezzo insostituibile nel trattamento dei linfedemi e di altre problematiche.

Oggi il linfodrenaggio è correntemente utilizzato con successo sia in ambito medico curativo che in ambito estetico e di benessere.
Questa raffinata tecnica di massaggio è stata affiancata da altre pratiche che ne potenziano notevolmente l’effetto, come il bendaggio compressivo, la pressoterapia, la chinesiterapia e la ginnastica posturale.

La nostra Scuola organizza corsi che si ispirano alla tecnica introdotta da Vodder, modificata ed integrata con le più recenti acquisizioni scientifiche nel campo della massoterapia.